Lustra, la leggenda si Santa Maria tra storia e devozione

Lustra, la leggenda si Santa Maria tra storia e devozione

Lustra è un piccolo comune adagiato sulle colline del Cilento. Nel mese di aprile riecheggiano le memorie di una antica leggenda: secondo la tradizione la Madonna apparve a due pastorelli. Nel luogo voluto dalla Stessa Vergine fu edificata la chiesetta che oggi porta il nome di Santa Maria Vetere.

(Le tradizioni sono sospese per il difficile momento che sta attraversando l’Italia e il mondo intero: mi piace comunque raccontarle augurandoci un presto ritorno ad una serena quotidianità)

Lustra, la leggenda di Santa Maria

Nel perimetro del ‘Cilento Antico’ le leggende ancorate alla figura delle Vergine Maria sono diverse. Ognuna di loro sviluppa i propri contenuti ancorandosi alla realtà del luogo, conferendo unicità per certi versi ma basandosi su canoni assolutamente comuni. In particolare, una classificazione storico-culturale, porta la leggenda di Santa Maria Vetere a riflettersi in quello che tradizionalmente viene definito ‘miracolo della pioggia’. Del resto, nel territorio, appare come una casistica piuttosto diffusa. Basti pensare alle numerose occasioni in cui, tanti piccoli paesi, affidano le proprie sorti proprio alla benevolenza della Madonna. Così, quando un’annata poco piovosa poteva mettere a rischio la buona riuscita del raccolto, allora la fede popolare invoca l’aiuto celeste. Accade anche a Lustra: in un anno imprecisato, per scongiurare carestie, dal paese si mosse una processione verso la chiesetta di Santa Maria Vetere. Le preghiere recitate dai devoti furono accolte: cadde la pioggia che rinvigorì i campi.

Santa Maria Vetere: la storia

La chiesa di Santa Maria Vetere si trova fuori dal perimetro urbano dell’abitato di Lustra. Non si conosce il periodo esatto dell’edificazione, ma si ipotizza una collocazione temporale che potrebbe confinarsi nella prima parte del XIV secolo. La chiesa richiama un’architettura dai tratti piuttosto semplici, seppur nel suo interno appaia di grande valore. Il soffitto ligneo, strutturato a cassettoni, conferisce una grande bellezza al piccolo complesso. In posizione centrale si trova la nicchia che custodisce l’immagine della Vergine, quella che la devozione popolare identifica come ‘Santa Maria Vetere’. Vi si trova anche una seconda nicchia, in posizione laterale, dove, ancora una volta, è presente la statua di una Madonna. All’esterno, invece, poco distante dal corpo principale, trova spazio il piccolo campanile. Nella sua semplicità appare di una certa eleganza. Singolare la parte sommitale che culmina con un cupolino.

Campanile (foto Giuseppe Conte)

Lustra

Sulla dorsale della collina si distende l’abitato del capoluogo, mentre più a monte si trova l’antica frazione di Rocca Cilento, punto di riferimento per tutto il territorio in passato. Lustra conta circa 1000 abitanti distribuiti tra il capoluogo, la frazione e le località più recenti che sono sorte verso valle soprattutto lungo il bacino dell’Alento. Diversi secoli fa, nel suo territorio, trovarono spazio anche altri piccoli centri, come Massacanina, Mancusi e Carusi, tutti scomparsi. Riferimento spirituale per la comunità di Lustra è la chiesa parrocchiale dedicata a Santa Maria delle Grazie. A Rocca, invece, la presenza del castello di età normanna, testimonia l’importanza di questo luogo per la storia del Cilento. Il maniero probabilmente risale alla seconda parte del IX secolo. In paese si trova anche la chiesa parrocchiale dedicata alla Madonna della Neve che viene portata in processione due volte all’anno: il 5 agosto e il 25 maggio.

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte è nato ad Agropoli (Sa) nel 1982. Si laurea in Lettere con una tesi sul dialetto cilentano, una delle principali tematiche trattate nei suoi lavori. Giornalista pubblicista, coltiva la sua passione per la scrittura attraverso contribuiti soprattutto di carattere culturale. Si occupa di tradizioni, con particolare attenzione alla componente religiosa, tramite ricerche originali e personali. Racconta il Cilento attraverso fatti e memorie. È ideatore e gestore del blog cilentoitalia e dal 2019 di lineacilento.it. Appassionato di gastronomia realizza volentieri articoli di cucina. Per contatti: info@lineacilento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 4 =

error: Content is protected !!