Pizza chiena cilentana: la ricetta originale da preparare a Pasqua

Pizza chiena cilentana: la ricetta originale da preparare a Pasqua

La pizza chiena è un piatto tipico del periodo di Pasqua. Il Cilento tramanda la sua ricetta che racchiude i canoni di questa terra.

Pizza chiena: nella tradizione gastronomica del Cilento…

Quando si parla di Pasqua nel Cilento inevitabilmente l’accostamento gastronomico scivola sulla “pizza chiena” che, all’opposto della pizza cu l’erva (altro classico della tradizione culinaria loracle), si rivela fin da subito come “abbondante”. Non a caso può considerarsi tra le pietanze più elaborate presenti durante la Settimana Santa. Il nome, al contempo, esprime ricchezza e mistero giacché la corposità del composto che costituisce il ripieno, in origine, non presentava univocità. Del resto, nel Cilento, non è difficile immaginare come nei decenni passati, molti piatti siano stati adattati alle dispense del posto e, soprattutto, alle disponibilità di famiglia. Quella concezione di “piatto povero” che ora caratterizza solamente alcune preparazioni, in verità può celarsi anche nelle vesti della “pizza chiena”. Sembrerebbe nata come una sorta di “svuota frigo” moderna poiché ben si prestava alle varianti e per tale motivi riserva, ancora oggi, un contenuto in parte misterioso.

Pasqua nel Cilento: pizza chiena
pizza chiena (foto Giuseppe Conte)

Piazza chiena: la ricetta

La lavorazione originale, stando alle ricette delle nostre nonne , per la pasta prevede (i quantitativi sono chiaramente indicativi e variabili secondo la disponibilità di dispensa, per cui tra parentesi ho indicato le dosi approssimative):

farina 500g

strutto 50g

acqua

sale

L’acqua va aggiunta in base alla consistenza del panetto e lo strutto può essere sostituito con burro oppure olio e.v.o.. Ad ogni modo bisogna impastate tutti gli ingredienti energicamente fino a ottenere un impasto elastico e omogeneo.

Per il ripieno:

Salumi (salsiccia, soppressata, pancetta secondo i gusti e in totale circa 300 g)

formaggio caprino fresco (circa 300 g)

formaggio caprino stagionato grattugiato (circa 150 g)

uova sode e fresche

sale e pepe

Tagliare a cubetti i salumi, le uova sode e il formaggio fresco. Aggiungete gli altri ingredienti e infine le uova fresche, tante quante il composto ne riuscirà ad assorbire.

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte è nato ad Agropoli (Sa). Coltiva la sua passione per la scrittura attraverso contribuiti soprattutto di carattere culturale. Si occupa di tradizioni, con particolare attenzione alla componente religiosa, tramite ricerche originali e personali. Racconta il Cilento attraverso fatti e memorie. È stato ideatore e gestore del blog cilentoitalia e dal 2019 di lineacilento.it. Appassionato di gastronomia realizza volentieri anche articoli di cucina. Per contatti: info@lineacilento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + undici =

error: Content is protected !!