Perito e Orria, festa del Patrocinio di San Nicola e San Felice: Centenario delle Statue

Perito e Orria, festa del Patrocinio di San Nicola e San Felice: Centenario delle Statue

Perito e Orria sono due piccoli centri del Cilento situati sulle colline che degradano verso il bacino dell’Alento. Nel corso dei secoli hanno condiviso gran parte della loro storia: prima come ‘Casali dello Stato di Gioi’ e poi come comuni. Nel 2020 ricorre il centenario delle Statue dei Santi Patroni che giunsero a Perito e Orria nel mese di agosto.

Le statue di San Nicola e San Felice

Fra memoria e tradizione, la storia delle statue è raccontata sulla locandina dell’evento:

Le statue di San Nicola e di San Felice sono dello stesso Scultore: Vincenzo Sarcone di Nocera con bottega a Napoli e giunsero nelle rispettive Comunità lo stesso anno e lo stesso giorno, da Napoli in treno e a spalla per il restante tratto, cioè dalla stazione ferroviaria di Rutino a Perito e infine ad Orria.

Secondo una tradizione popolare orriese, la cassa di legno contenente il nuovo simulacro di San Felice, poiché giunta in paese da Perito, sarebbe stata scambiata ‘in loco’ a motivo che il nuovo simulacro del Santo di Cimitile, rispetto al vecchio, non aveva più la barba e mostrava fattezze troppo giovanili.

Anziani, non più viventi, nei ricordi fanciulleschi, ricordavano che la statua di San Nicola giunta in una cassa di legno, sostò per una notte nella Cappella del Monte ai Turri e il giorno successivo fu portata solennemente in processione nella Chiesa Parrocchiale. Simile arrivo trova conferma nella memoria orale di Orria circa ‘il nuovo’ San Felice, anch’esso accolto nella Cappella di S. Sofia (non più esistente) prima di essere portato solennemente nella Chiesa Parrocchiale.

Perito, San Nicola

Perito si allinea sulla collina ed è dominato dalla Parrocchiale che si trova nel punto più alto dell’abitato. La chiesa risale al XVI secolo ed è affiancata da un possente campanile ricavato da un’antica torre di guardia. La festività patronale ci celebra in due momenti dell’anno: il 6 dicembre e la prima domenica di agosto. La ricorrenza invernale è l’appuntamento liturgico che rispecchia la fede verso il Vescovo di Myra presente in tutte le parti del mondo che ne ricordano la memoria. L’appuntamento estivo, invece, si riferisce proprio al ‘Patrocinio’ che quest’anno compie 100 anni dall’istituzione. Era, infatti, la prima domenica di agosto quando la nuova immagine di San Nicola giunse in paese.

Orria, San Felice

Orria, come tante piccole realtà della zona, ha una storia piuttosto lunga ma in gran parte incerta. Le notizie più consistenti iniziano ad essere più cospicue a partire dalla fine del XIV secolo, mentre le sue origini sono di certo ben più antiche. La chiesa parrocchiale è dedicata a San Felice e la sua edificazione è databile intorno al XVI secolo. Anche Orria porta in processione il suo Santo Patrono due volte all’anno: il 14 gennaio, memoria liturgica e la seconda domenica di agosto. Anche in questo caso, l’appuntamento estivo, è dovuto alla storia della statua che giunse in paese proprio in quella data esattamente 100 anni fa.

Il ‘Centenario delle Statue’

La situazione che interessa attualmente l’Italia e il mondo interno non consente di celebrare il Centenario delle Statue nella sua interezza, pertanto i festeggiamenti sono rimandati al prossimo anno sotto al guida dei parroci Don Marco Torraca e Don Welfredo Ninofranco, mentre sono previste le celebrazioni religiose come da programma:

Programma ‘Centenario delle Statue’ – Perito e Orria

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte è nato ad Agropoli (Sa) nel 1982. Si laurea in Lettere con una tesi sul dialetto cilentano, una delle principali tematiche trattate nei suoi lavori. Giornalista pubblicista, coltiva la sua passione per la scrittura attraverso contribuiti soprattutto di carattere culturale. Si occupa di tradizioni, con particolare attenzione alla componente religiosa, tramite ricerche originali e personali. Racconta il Cilento attraverso fatti e memorie. È ideatore e gestore del blog cilentoitalia e dal 2019 di lineacilento.it. Appassionato di gastronomia realizza volentieri articoli di cucina. Per contatti: info@lineacilento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 4 =

error: Content is protected !!