San Mauro la Bruca, la ricorrenza di Sant’Eufemia

San Mauro la Bruca, la ricorrenza di Sant’Eufemia

Il 16 settembre San Mauro la Bruca celebra la festività di Sant’Eufemia Vergine e Martire a cui è dedicata la chiesa principale del paese.

San Mauro la Bruca

San Mauro la Bruca è un piccolo comune che conta circa 500 abitanti divisi fra il capoluogo e la frazione di San Nazario. Il contesto paesaggistico in cui sono nati questi antichissimi casali è molto suggestivo: a monte si trovano i castagni, e verso valle, man mano che la collina degrada verso le coste mitologiche di Palinuro, ecco resistere secolari uliveti che un tempo si alternavano a fiorenti vigneti. In entrambi i casi il nome trae origine dai rispettivi Santi patroni: San Mauro Abate e San Nazario. Secondo alcune deduzioni i due paesi sarebbero sorti proprio incrementando i dintorni di due importanti luoghi di culto. Infatti, si racconta che in località Santa Maria esistesse un monastero dedicato a San Mauro Abate mentre San Nazario si sviluppò intorno alla celebre Abbazia in cui vestì l’abito monastico San Nilo da Rossano.

San Mauro la Bruca
San Mauro la Bruca (foto wikipedia)

La Chiesa: da Parrocchia a Santuario

Nelle sue fattezze odierne la chiesa risale all’Ottocento riedificata su un più antico luogo di culto che aveva origini cinquecentesche e di cui si conserva ancora quello che ne fu il presbiterio che, a sua volta, fu riadattato ed ora costituisce la cappella laterale in cui si trova l’immagine di San Mauro. La parrocchia fu elevata a Santuario Eucaristico per il ‘Miracolo Eucaristico’ che trova riscontro nelle cronache che raccontano la notte del 25 luglio 1969 quando ignoti penetrarono nella chiesa e portarono via anche le Sacre particole che poco dopo gettarono per strada. Le stesse furono rinvenute e ancora si conservano a perenne ricordo.

San Mauro la Bruca, Santuario Eucaristico
San Mauro la Bruca, Santuario Eucaristico

Sant’Eufemia e San Mauro

Spostandoci ora su gli aspetti puramente cristiani e devozionali ecco le consuetudini che abbracciano il paese da secoli. La festività patronale in onore di Sant’Eufemia si tiene il 16 settembre. La ricorrenza risuona soprattutto per la sua unicità nel perimetro della Diocesi di Vallo della Lucania. San Mauro, invece, è portato in processione ben tre volte all’anno. Il 15 gennaio si celebra la festività liturgica, mentre l’ultima domenica di aprile e l’ultima domenica di agosto si svolgono due ricorrenze votive.

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte è nato ad Agropoli (Sa). Si laurea in Lettere con una tesi sul dialetto cilentano, una delle principali tematiche trattate nei suoi lavori. Giornalista pubblicista, coltiva la passione per la scrittura attraverso contribuiti soprattutto di carattere culturale. Si occupa di tradizioni, con particolare attenzione alla componente religiosa, tramite ricerche originali e personali. Racconta il Cilento attraverso fatti e memorie. È stato ideatore e gestore del blog cilentoitalia e dal 2019 di lineacilento.it. Dal 2020 scrive per il ‘Quotidiano del Sud’. Appassionato di gastronomia realizza volentieri anche articoli di cucina. Per contatti: info@lineacilento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 2 =

error: Content is protected !!