Magliano Nuovo, l’‘Antico Stato’ e la festività di ‘Santa Irene’

Magliano Nuovo, l’‘Antico Stato’ e la festività di ‘Santa Irene’

Magliano Nuovo è arroccato sulla sommità di un’altura da cui si domina due valli: quella del Calore e quella dell’Alento. Il paese, di antichissime origini, si dipana partendo dalla Chiesa Parrocchiale che porta il titolo di Santa Maria Assunta e in cui si conserva l’immagine di Santa Irene, patrona della comunità.

Magliano

La presenza dell’uomo in queste terre ha una genesi molto antica. Gli attuali centri di ‘Magliano Vetere’ e ‘Magliano Nuovo’ hanno di certo condiviso gran parte della loro storia, ma non si hanno notizie precise sulla formazione dei nuclei abitati né è possibile datarne in modo accettabile la nascita. Dai primi documenti in cui si riscontra l’esistenza del paese, che compare nella forma ‘Manlianum’, le vicende storiche vissute dai due borghi appaiono piuttosto comuni tanto da far ipotizzare la fondazione nello stesso periodo. Ciò smonterebbe la tradizione che vuole il ‘Nuovo’ nato dagli abitanti di Magliano Vetere. Lo confermerebbe il fatto che un’ulteriore tradizione attribuisce la nascita di questi due paesi ad un terzo Magliano, ancora più antico, che sarebbe esistito nello stesso territorio. Bisogna aspettare, infatti, secoli relativamente recenti, per poter parlare quasi distintamente di Magliano Vetere e Magliano Nuovo.

Magliano Nuovo
Magliano Nuovo, la Chiesa Parrocchiale (foto Giuseppe Conte)

Magliano Nuovo

Magliano Nuovo, in seguito all’eversione della feudalità, perde il suo stato di ‘Università’ e, insieme a Capizzo, diventa frazione di Magliano Vetere. Prima di giungere a questo modello amministrativo, però, ha fortemente inciso sulla storia locale. Non a caso già i Goti e i Longobardi consideravano questa roccaforte posto fondamentale per la gestione del comprensorio. Con i Normanni, poi, diventa sede di uno dei quattro ‘Stati’ che fanno parte della ‘Baronia di Novi’ poiché proprio a Magliano Nuovo vi era un importantissimo valico, detto della ‘Preta perciata’, che univa la ‘Valle del Calore’ con quella ‘dell’Alento’. Tra l’altro era uno dei 124 ‘Passi’ del Mezzogiorno in cui si pagava il pedaggio. Sospeso e ripristinato più volte nel corso del tempo, rimase attivo fino alla soppressione definitiva avvenuta sul finire del XVII secolo. Solo da quel momento Magliano Nuovo affievolisce i suoi privilegi mantenendo però vivo il suo grande passato.

Sant’Irene: una ricorrenza in tre stagioni

La storia religiosa di Magliano Nuovo inizia sicuramente prima dell’anno 1000 quando fu edificato un convento di monaci di cui ancora si conservano tracce strutturali. La presenza di Sant’Irene, invece, ha una genesi meno antica. La statua si trova nella Chiesa Parrocchiale che fu edificata intorno al Trecento e poi rimaneggiata. Come accade anche in altre realtà del Cilento, la festività patronale si ripete in più occasioni durante l’anno. L’appuntamento primaverile, che si tiene il 5 maggio, è preceduto dalla tradizionale fiera. In estate, invece, la ricorrenza si svolge la seconda domenica di agosto. Questa seconda ricorrenza, considerato anche il periodo, è la più partecipata: richiama molti maglianesi che risiedono fuori dal paese natio. Inoltre la festività di Sant’Irene si celebra anche in autunno: il 20 ottobre. Momento significativo è la tradizionale processione che attraversa le vie del paese.

Magliano Nuovo – Festività di Santa Irene, Agosto 2020

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte è nato ad Agropoli (Sa) nel 1982. Si laurea in Lettere con una tesi sul dialetto cilentano, una delle principali tematiche trattate nei suoi lavori. Giornalista pubblicista, coltiva la sua passione per la scrittura attraverso contribuiti soprattutto di carattere culturale. Si occupa di tradizioni, con particolare attenzione alla componente religiosa, tramite ricerche originali e personali. Racconta il Cilento attraverso fatti e memorie. È ideatore e gestore del blog cilentoitalia e dal 2019 di lineacilento.it. Appassionato di gastronomia realizza volentieri articoli di cucina. Per contatti: info@lineacilento.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 2 =

error: Content is protected !!